La scienza talismanica degli antichi Veneti

Introduzione alla Geografia Sacra del Veneto

Tutte le pratiche si svolgono presso antichi luoghi sacri tra colli Euganei e Berici, seguendo un percorso simbolico basato sulla rappresentazione tripartita dell'universo (Mondo di sotto, Terra e Cielo). Una struttura cosmologica condivisa dalle tradizioni sciamaniche di tutto il pianeta e utilizzata come "mappa" per orientarsi e interagire con le forze invisibili, fuori e dentro di noi a beneficio della salute e di tutte le nostre attività quotidiane.

 
I N T E N T O :

 

Imparare a connettersi con l'energia dei luoghi e le forze della natura per trovare stabilità, salute e nutrimento per le relazioni e i progetti più importanti della nostra vita.

P R O G R A M M A :

Il nostro viaggio fisico e spirituale inizierà a Montegrotto (PD) nel luogo dove, in riva a un lago di acqua termale, sorgeva uno dei maggiori santuari degli antichi Veneti. A Monteortone (PD), uno dei più antichi centri di culto mariano di tutto il Triveneto, entreremo in contatto con l'energia del femminino sacro e del suo potere di guarigione. Le pratiche del Sabato si concluderanno sul monte della Madonna (PD) alla chiesa di S. Antonio Abate, costruita in mezzo al bosco di fronte a una grotta. Qui, si dice abbia vissuto in eremitaggio Santa Felicita, (VIII sec.), sepolta nella basilica di Santa Giustina a Padova a partire dall'anno Mille. Nel ventre della terra recupereremo la connessione con l'aspetto energetico del pianeta (PACHAMAMA), trovando il giusto nutrimento per la rinascita di un nuovo Io, allineato con la nostra vera natura e immersi nella gioia e nell'abbondanza.

Nella seconda giornata ci recheremo a Monselice (PD), al santuario delle 7 chiese dove effettueremo una connessione con l'energia dei diversi livelli di coscienza e con il simbolo del drago, il custode dei nostri più profondi tesori. Impareremo a evocare e attivare questo tipo di forza tramite l'energia del MUNAY (amore consapevole).

Pausa pranzo

Le pratiche proseguiranno a Sossano (VI) dove San Teobaldo di Provins visse gli ultimi anni della sua vita; Teobaldo fu eremita e santo dell'XI Sec., membro della potente famiglia degli Champagne, i proprietari delle terre dove si svolse il concilio di Troyes che sancì la nascita dell'ordine Templare. Dopo innumerevoli pellegrinaggi in mezza Europa, mentre si dirigeva a Venezia per imbarcarsi verso la Terra Santa, decise di fermarsi e concludere la sua vita in questo luogo misterioso, utilizzato fin dall'antichità per osservare i movimenti del sole nei giorni di solstizi ed equinozi.

 

A P P R E N D E R A I   A :

 

- collegare la tua energia spirituale con quella dell'ambiente circostante entrando in relazione con il kausay pacha (energia vivente) di certi luoghi pieni di forza

- connettersi con l'energia maschile e femminile per vivere più consapevolmente le nostre relazioni
- eliminare l'accumulo di ciò che chiamiamo comunemente NEGATIVITA' o Jucha, ovvero l'energia pesante che si condensa attorno al corpo energetico e ci impedisce di vivere centrati e allineati con l'abbondanza dell'universo
- richiamare e assorbire il Sami (energia sottile e "pulita") dalle forze della natura
- generare una Saywa, una colonna di energia della Pachamama utilizzata per il nutrimento e le guarigioni spirituali

 

I N F O:

 

I percorsi a piedi sono di max 30 minuti l'uno e consentono la partecipazione a persone di ogni età. Gli spostamenti da un luogo all'altro si effettueranno in auto.
 

L U O G H I:

Montegrotto (PD)

Abano Terme (PD)

Monteortone (PD)

Monselice (PD)

Sossano (VI)

1
Giorno
  • White Facebook Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Icona sociale
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now